The Datsuns

Outta sight/outta mind

(CD - Hellsquad Records/V2, 2004)

Secondo album e prova del nove per i neozelandesi Datuns, chiamati a confermare, in questa nuova uscita, il successo di un debutto importante che li aveva proiettati al fianco di White Stripes, Strokes e compagnia cantante tra gli alfieri della “presunta rinascita del Rock”. Gli ingredienti della loro musica non cambiano, si parte a razzo con “Blacken my Thumb” e poi via tra taglienti riff-hard anni 70, energia punk-garage e tutte le armi del rock stradaiolo. Ciò che si differenzia, rispetto al suo predecessore è il suono, più levigato e pulito che in passato, complice la produzione dell’ex Led Zeppelin, John Paul Jones, presente anche alle tastiere in un paio di pezzi, che da al lavoro un’atmosfera più classica, smussando alcune asperità giovanili a noi tanto care, in favore di un sound “adulto”.
Outta sight/Outta mind è comunque un album godibile e divertente; riconferma i quattro kiwi tra gli autori più genuini di vecchio e lercio rock’n’roll. Play loud.

(rudi borsella)