A.V.

Nag Nag Nag

(CD - React records, 2004)

Intrigante doppia compilation che mette in contrapposizione alcuni dei nomi più interessanti della scena elettroclash odierna con antichi manipolatori elettronici della scena 77/80.
Il cd 1,denominato “no wave” è dedicato agli “ispirati” 15 pezzi di elettro-groove, tra cui: Tiga, Radio 4, le Dive, Chicks on Speed (con la celebre “We don’t play guitar”), Superpitcher, Swaizak, gli ottimi Mistery Man, e soprattutto la cover di “I am the Fly” dei Wire, rifatta da Adam Sky e Crossover.
E’ comunque il cd 2,chiamato “New Wave”, quello degli ispiratori, ad eccitare maggiormente. Si parte con “NO IGDM” della teutonica Gina, meravigliosa perla sotterranea; cult song restituita alla luce dopo 25 anni di oblio.
Devo, Fad Gadget, The Normal, Delta 5, D.A.F. con la mitica “Der Mussolini”, e poi ancora profumi Elettro-dark con Bauhaus e Virgin Prunes, sino ad arrivare al Punk sintetico di ““Nag Nag Nag”, dei seminali Cabaret Voltaire, brano che da anche il titolo alla raccolta.
Purtroppo solo 12 tracks, qualche altra chicca non avrebbe guastato… che so tipo Suicide, Alan Vega, Laison Dangerous, Soft Cell e blah blah blah….

(rudi borsella)