Esopus

Luca Lo Pinto

A.V.

n°1 (fall 2003) e 2 (spring 2004) www.esopusmag.com

Nuova rivista semestrale con un taglio molto interdisciplinare frutto degli interventi di artisti, musicisti, registi, giornalisti, accademici e scrittori. Esopus è una testimonianza viva della nuova scena culturale americana (soprattutto newyorchese) con uno stile prodotto da una giusta commistione di una seriosità intellettuale europea (lunghi saggi) e un approccio tipicamente americano (grande chiarezza). Molto bello l’intervento della regista-artista Chantal Akerman che, sul secondo numero, riproduce un suo video attraverso 100 stills dimostrando uno sfruttamento intelligente di un mezzo come il video nel contesto di una rivista. Acuto e controcorrente, nel numero uno, il saggio di Clay Eicher sull’architettura di Diller+Scofidio, ma più in generale sulla nuova generazione di artisti-architetti. Una rivista dall’aspetto serioso, ma godibilissima. In occasione di ogni numero diversi musicisti sono invitati a pensare un pezzo inedito intorno a un tema specifico successivamente inclusi in una compilation su cd in allegato. Edito dalla Esopus Foundation, organizzazione no profit newyorchese.

(Luca Lo Pinto)