Una storia americana (Capturing the Friedmans)

Lorenzo Micheli Gigotti

di Andrew Jarecki

(DVD) HBO documentary films, magnolia pictures / Bim, Qmedia

Il senso sta tutto nel titolo originale del film: “Capturing the Friedmans”. Nel novembre del 1987 l’intera comunità di Long Island venne sconvolta dall’arresto dell’incensurato professore Arnold Friedman e di suo figlio Jesse per l’orribile imputazione di molestie sessuali su minori. E quel giorno, insieme alla polizia, a catturare e a inchiodare i Friedman c’erano anche le telecamere di tutti i media statunitensi. Il documentario di Jarecki ripercorre, con totale imparzialità, la vicenda che fece precipitare la famiglia Friedman nella disperazione e nella vergogna. Jarecki nel film miscela sapientemente il materiale d’archivio delle tv, le interviste ai principali protagonisti della vicenda, e i video amatoriali girati dai Friedman prima e durante la vicenda giudiziaria. “Ad Arnold piacevano i filmini..si effettivamente gli piacevano” dice la moglie all’inizio del film. Ciò che rende straordinario ed agghiacciante allo stesso tempo questo documentario è la perversa intrusione nella vicenda della telecamera. Non soltanto il grande occhio mediatico, ormai scontato, ma anche quello più intimo, privato della telecamera 8mm di papà Arnold nei primi anni di matrimonio e del figlio David che registra gli scontri famigliari sulla colpevolezza o l’innocenza dei due imputati, la realtà di quei giorni tragici, e le decisioni della famiglia durante il processo. La macchina si sostituisce ai ricordi e diventa la più accreditata testimone del prima, del mentre e del dopo tragedia, dello sgretolarsi degli affetti famigliari e della speranza. Il film è passato inosservato nelle sale ma ha riscosso un grosso successo di critica. Aggiudicandosi il Gran Premio della Giuria al Sundance Film Festival del 2003 Andrew Jarecki si è rivelato essere l’altro volto, quello più sobrio, più lucido e pungente, del documentarismo statunitense.

(Lorenzo Micheli Gigotti)