Fat Day

Francesco de Figueiredo

Unf Unf

(CD, Load Records, 2004)

Chiudete i Melt Banana in una stanza e rifocillateli con il sempre valido menù “pane ed acqua”. Durante lo splendido soggiorno costringeteli a giocare ininterrottamente con le avventure del defunto idraulico Mario Bros, quello della prima consolle (o forse la seconda?) della nostra vita, il papà supremo, il Nintendo. Fate passare mesi, anni, e in un secondo momento liberateli; dopo avervi bastonato a sangue probabilmente cominceranno ad emulare i Fat Day, gruppo alienato di Boston dalla decennale esperienza che con questa ultima fatica arriva al quinto long play, edito dalla inarrestabile Load Records, prolifica etichetta degli Arab on Radar, Six Finger Satellite, Lightning Bolt, Sightings e compagnia bella. Dunque in America, patria dei nomignoli, il genere entro cui potrebbe essere infilato il suono “Unf Unf” lo chiamano spazz-rock; diciamo che è una sorta di grind mischiato a sinth e ritmiche dal sapore 8 bit. Punk-attitude in 23 tracce per appena 19 minuti; facendo un paio di calcoli arriviamo a 30 secondi per traccia risicati. Geniali e surreali, ironici, rumorosi e incredibilmente fruibili, giuro, non vi tiro il pacco, un disco delirante e malato, adatto anche alle “luride” orecchie dei “poppettari” più sfegatati…

(Francesco de Figueiredo)