Phil Spector

Gianni Avella

A Christmas Gift for You From

(Abkco, 1963)

A conti fatti, Phil Spector è il più grande rivoluzionario del suono. È sua, infatti, la paternità del famoso wall of sound e del modo orgiastico di sovrapporre strumenti su strumenti, batterie, campanelli, pianoforte, vocine da cartoon, amalgamando il tutto ad uso e consumo dei tanti girl-group da lui scoperti e lanciati sin dai primi anni ’60. La maggior parte dei quali chiamati, un bel giorno del 1963, dal sommo Phil in studio per prendere parte alla nuova idea del nostro: ridisegnare secondo l’ottica del wall of sound i classici natalizi. All’appello risposero Darlene Love, Ronettes, Crystals ed il gruppo di Bob B. Soxx & The Blue Jeans. Ognuno di loro alle prese con jingle classici come White Christmas, Santa Claus Is Coming To Town, Christmas. Un apoteosi totale, il natale suonato come mai prima e supervisionato dall’estro di colui che fu cerimoniere degli ultimi Beatles (la controversa produzione di Let It Be) e principale esempio per Brian Wilson. Tutto pronto per la data d’uscita, fissata per il 22 Novembre 1963, ma il destino volle che proprio quel giorno gli stati uniti fossero teatro dell’assassinio di J.F.Kennedy.
Niente da festeggiare quindi. A Christmas Gift For You fu inevitabilmente posticipato, perdendone in introiti ma non nella leggenda che ancora oggi, a più di 40 anni dal suo concepimento, pervade l’unica collezione natalizia possibile, definitiva, pura.

(Gianni Avella)