Playlist

Luca Lo Pinto

a cura di Nicolas Bourriaud

Catalogo della mostra PALAIS DE TOKYO – 2004 EDITIONS CERCLE D’ART

Playlist, come dice la parola, è una compilation di artisti creata dal curatore-dj parigino Nicolas Bourriaud in occasione della mostra-dj set omonima al Palais de Tokyo. Se la dovessimo paragonare ad una vera compilation la potremmo accostare più a un album di dj/rupture che a un buddha-bar. Ovvero un album trendy d’autore, perfetto in tutte le sue componenti: dalle tracce all’editing, dal packaging al mixaggio. E non è poco di questi tempi. Come testimonia il lungo testo del catalogo, Bourriaud mostra una grande forza e intelligenza nell’illustrare le motivazioni della mostra e giustificare le scelte degli artisti. Pur ripetendo in gran parte concetti già espressi nei suoi saggi ormai “storici”, Bourriaud è sempre abile nell’adattare nuovi concetti come copyleft, la cultura del dj, new-economy al mondo dell’arte e alle strategie ogni volta diverse usate dagli artisti. La mostra e il catalogo è diviso in tre sezioni: una dedicata alle opere dei 18 artisti (tra gli altri Monk, Bove, Muller, Peinado, Durant) a cui Bourriaud fa rifermento nel suo testo; una ai video (Bradley, Baldessari, Dellsperger, Marclay) e una a progetti editoriali. Pur definendosi una mostra a-tematica e senza titolo, il filo comune che lega gli artisti delle tre sezioni è sicuramente quello di considerare la cultura e l’arte come un repertorio di forme e concetti da cui attingere liberamente secondo le singole necessità. Una bella mostra e un bel catalogo pur con tutte le limitazioni e contraddizioni insite nell’idea di compilation.

(Luca Lo Pinto)