Vito Hannibal Acconci Studio

Ilaria Gianni

A cura di Corinne Diserens

Actar/MACBA, 2004 P 509 + 1 DVD (20’) € 45,00

Non una semplice monografia quella pubblicata dalla casa editrice spagnola Actar su Vito Acconci: artista radicale emerso dagli anni sessanta che ancora oggi continua ad essere una presenza vitale nell’ambiente artistico contemporaneo, nonché esempio per le giovani generazioni di artistici, critici e curatori. Un percorso delineato da interviste che ripercorrono tappe della sua vita e della sua carriera d’artista compilate da personalità di assoluta importanza nella storia della cultura contemporanea con cui Acconci ha avuto a che fare. Uno per tutti Thurston Moore, componente dei Sonic Youth che, conosciuto l’artista nel 1979, incluse in una delle sue primissime formazioni musicali la fidanzata di Acconci al tempo, Anne, che prese parte anche ai primi due concerti dei Sonic Youth. Interessante anche la memoria storica riportata a galla nella doppia intervista con Yvonne Rainer, danzatrice e coreografa, tra le fondatrici del Judson Dance Theatre, e compagna di avventure dell’artista. Un viaggio dunque all’interno della carriera artistica di Vito Acconci che attraversa le sue esperienze di scrittura, performance, video, installazioni multimediali, architettura e audio arrivando fino alla sua attuale esperienza architettonica nell’ Acconci Studio, narrato da testimonianze dell’artista e documenti inediti. Il catalogo presenta inoltre una completa selezione di lavori di Acconci, accompagnati da testi descrittivi e critici, ma soprattutto un’appendice incredibile che documenta l’intera cronologia di lavori, scritti e testi pubblicati sull’artista dal 1959 al 2004 e una completa bibliografia mai vista in nessun altro catalogo. Tutto è completato da un DVD di 20 minuti che immerge il lettore/ascoltatore ancora di più nella vita di questo grande artista.

(Ilaria Gianni)