Venetian Snares

Davide Talia

“Rossz Csillag Allat Szuletett”

(CD, Planet Mu, 2005)

Ultimo lavoro su Planet Mu (etichetta di Mike Paradinas, ossia il grande µ-Ziq) del canadese Aaron Funk, altrimenti conosciuto come Venetian Snares, uno dei piu’ rappresentativi ed eclettici personaggi della scena breakcore mondiale; da un’artista come lui ti potresti aspettare di tutto e infatti anche in questo lavoro dimostra tutta la sua follia creativa.Il disco inizia con una breve introduzione con un piano dissonante e dopo poco ci si trova catapultati nelle atmosfere particolarissime di questo lavoro in cui c’è un uso massiccio di campionamenti di violino, con melodie classiche ungheresi (i titoli delle tracce appaiono a prima vista incomprensibili, ma sono in realta’ parole appunto di radice magiara) che si fondono a incastri di beats schizofrenici dando vita a un connubio sicuramente particolare.Questa produzione è infatti diversa dalle sue precedenti essendo a meta’ tra breakcore e idm, con alcune tracce particolarmente riuscite come la numero 5 “Hajnal”,che comincia con un bellissimo intreccio di violini classici per poi evolvere nella parte centrale in stile quasi jazz , terminando in una jungle isterica e potente e anche la numero 8 “Szamar madar”.Il disco è comunque molto valido e penso che rimarra’ ancora parecchio tempo nel mio lettore cd...insomma, come avrete capito, vivamente consigliato.

(Davide Talia)