La Maschera del demonio

Francesco M. Russo

di Mario Bava

(DVD) Ripley Home Video

Vede finalmente la luce del digitale l’esordio dietro la macchina da presa del più grande regista “di genere” che il nostro paese abbia partorito. La data di nascita dell’horror tricolore si fa tradizionalmente risalire a “I Vampiri” di Riccardo Freda, pellicola di cui Bava diresse la fotografia, ma è con “La Maschera del Demonio” che comincia la breve, ma feconda, stagione del gotico all’italiana. Ed è immediatamente palpabile quel senso del peccato e quella carnalità dannata, di derivazione così squisitamente cattolica, che ha fatto la differenza sia rispetto all’espressionismo british delle produzioni Hammer che all’exploitation d’alta classe di Roger Corman. Alcune scene, come la “maschera” del titolo che appare in un calice di vino e la carne che si riforma sullo scheletro della strega Asa, sono ancora grandi momenti orrorifici. E la splendida Barbara Steele è assolutamente indimenticabile, in un doppio ruolo di vittima e carnefice che sarà costretta a ripetere in molti epigoni più o meno illustri.

(Francesco M. Russo)