Boxcutter

Emiliano Barbieri

“Oneiric”

(CD/2xLP, Planet Mu, 2006)

Fatto un Exile se ne cerca un altro evidentemente. Per ottenere maggior risultati poi basta dire che stiamo parlando di dubstep...Mike Paradinas deve aver comprato una casa più grande e continua a spararci addosso nuove stelle da dancefloor. Un po’ di Squarepusher qua, una voce ragga là, una produzione perfetta che più perfetta non si può ed il gioco è fatto, l’ennesimo esemplare da booking selvaggio è pronto all’uso. Per carità, il ragazzo è anche bravo e alcune tracce sono davvero ben congegnate, autentiche bombe da impianto composto da muraglie di subwoofer, solo che non è possibile ascoltare e leggere, ogni volta che escono dischi di questo tipo, che siamo di fronte al nuovo sotto di qui e al nuovo sopra di lì. Inoltre, di dupstep qui non c’è neanche l’ombra, se non nelle aperture half-time di alcune tracce. Piuttosto ci troviamo di fronte ad una onestissima produzione jungle del terzo millennio che, se per qualcuno rappresenta una novità, questi deve aver problemi a capire che un DSP c’è pure dentro una SoundBlaster. Notevoli alcuni break di rullanti impazziti sopra bassi che sgretolano le membrane dei diffusori, alcune linee melodiche e i continui richiami ritmici alla 2-step così come avrebbe dovuto essere. Non basta una drillata per far primavera.

(Emiliano Barbieri)