Estranei Alla Massa

Lorenzo Micheli Gigotti

di Vincenzo Marra

(DVD) 01 Distribution

Il film è del 2002. Il dvd esce ora, in questi primi caldi giorni di giugno mondiale e scandali calcistici. Questi sono i tempi produttivi e distributivi del cinema italiano. Sia ben chiaro, meglio questo che il letargo assoluto. Probabilmente non avviene tutto a caso. E l’abbattimento di certi luoghi comuni, su un mondo criticato, bistrattato ma amato da tutti, quello del calcio, inizia proprio dagli spalti. Perchè, per quanto se ne dica sulle curve: violente, incivili e tribali; proprio da lì provengono i sentimenti più veri, più genuini che il calcio di oggi ci possa dare. Purtroppo in Italia, come diceva mia nonna, vige un detto, forse una regola: basta un uovo marcio per fare una frittata andata a male. Basterebbe un po’ più di sale in zucca. A giochi fatti la colpa è sempre di chi, amplificando i fatti, alza i toni e fa di tutta l’erba un fascio. Invece c’è chi, occupando in massa le curve ogni domenica, al seguito della squadra del cuore, ha voglia di dichiararsi “estraneo”. E’ il caso dei Fedayn E.A.M (Estranei alla Massa), un gruppo storico del tifo organizzato del Napoli calcio. Vincenzo Marra li insegue, con la sua telecamerina nelle loro giornate “tipo” prima della trasferta domenicale nel nord Italia. Non è importante la qualità o la stabilità dell’immagine. Ciò che conta è essere vicini ai protagonisti. Dietro a un motorino che attraversa Napoli, sul sedile di una macchina per la periferia, ai mercati generali per scegliere la frutta “buòna” o in segheria ad Angri (non vi dico arrivarci). In questo modo il calcio diventa un pretesto per raccontare Napoli (la città dove si cresce in fretta) e le vite dei tifosi di una delle curve più sfegatate d’Italia. I protagonisti mettono in scena il teatrino della loro esistenza come solo i napoletani sanno fare. Ogni scena è una macchietta. I ritratti che ne vengono fuori sono vivaci e malinconici allo stesso tempo. Un po’ tutto gira storto ma al problema si accenna il sorriso. Napoli non si lascia e la squadra non si abbandona. Nemmeno quando perde.

(Lorenzo Micheli Gigotti)