Cyann & Ben

Giordano Simoncini

“Sweet Beliefs”

(CD, Ever Records - Audioglobe, 2006)

L’ eterna sintassi dei casi del post. Sono anni che decliniamo, non se ne viene a capo mai. Ultimo arrivato, perlomeno da queste parti, il disco del duo francese in questione (peraltro M&F), che è bellissimo e malamente piatto; apre clamorosamente BHP, segue tra Low e rarefatte nuances strumentali, sentieri stretti chitarristici ed angoli retti di sussurri. Lo si canta spesso a due voci, come nella deliziosa traccia sesta, con quei deliziosi uuuh uuuh uuuh. Poi altre cose messe qui e lì che ci piacciono, l’organo, gli arpeggi a due corde etc. Delicato, retroflesso, trasognato. Esploso. L’ ennesimo disco postrock, recensito tra apprezzamento generico diffuso (sebbene la piattezza) e la sempre meno trascurabile ansia per quella futura e necessaria palingenesi del Rock, che non arriva più.

(Giordano Simoncini)