LOVE/HATE

Francesco de Figueiredo

“dieci anni di mucchi selvaggi (e ossa rotte) in Italia”

(2 CD, SOA records-Valium records, 2006)

“E anche noi siamo diventati REVIVAL, come la disco, da noi tanto odiata..”.. è Stiv “Rottame” Valli a scriverlo, nell’introduzione del libricino annesso a questo doppio CD, colui che nel 1980 creò TVOR - Teste Vuote Ossa Rotte, la caoszine che testimoniò il primo movimento punx hardcore italico, E in fondo sarebbe bello se succedesse davvero tale revival, perché l’hardcore italiano, per quanto assimilato dall’esterno, ha mantenuto una tensione propria, sviluppato un suono e una propria etica. Insomma questo doppio testimonia la nascita di un movimento a mio parere fondamentale, e non solo sotto il profilo musicale, che è stato prevalentemente il riflesso di un approccio alla vita, alla politica e ai problemi. Ora mi piacerebbe continuare questa recensione facendo semplicemente un elenco delle 45 band presenti nei dischi Hate/Love...e sì dai, anche se non si dovrebbe...chi ha vissuto capirà il peso di questa raccolta, e chi disconosce veda di rimediare, che questa è stata una scena ‘nostra’, italiana: I Deny, Chain Reaction, Impact, Basta, Infezione, Kina, The Wops, Kobra, High Circle, Eu’s Arse, The Ride, Lager, Reig, Stinky Rats, Upset Noise, Rough, Dictatrista, Raw Power, Last Call, Uart Punk, Dioxina, Shockin’Tv, Atrox, I Refuse It!, Stigmathe, Rappresaglia, Underage, U.D.S., Negazione, Digos Goat, Nabat, Blaxfema, Bed Boys, Indigesti, Warfare?, Contrazione, Youngblood, Upside, F.C.A., Fall Out, P.S.A., Peggio Punk, Stige, Fun, Tiratura Limitata. Ecco qui, tutto d’un fiato, come l’hardcore.

(Francesco de Figueiredo)