Background Noise

Valerio Mannucci

Brandon LaBelle

(Libro, Continuum, 2006)

Brandon LaBelle è fondamentalmente un musicista, o meglio, Brandon Labelle fondamentalmente non è solo un musicista. Suona, scrive, dirige una casa editrice e discografica, insegna, studia e tutto sommato lo fa pure bene. Questo Background Noise è una ricognizione nel mondo della sound art, con tutte le sfumature del caso. Diciamo che esplora la storia del suono come medium artistico in senso lato. La pubblicazione segue al suo PHD conseguito al London Consortium e, pur se ammetto di non aver letto per intero vista la sua voluminosità, mi sembra uno studio solido e approfondito specialmente in relazione alle questioni acustiche e d’ambiente. Il dato interessante, per chi conosce già un po’ il lavoro di LaBelle, è che da questo libro emerge in modo chiaro la sua passione per il suono inteso come elemento spaziale, come elemento che si inserisce nell’ambiente disegnandone uno tutto suo. Forse rimane qualche dubbio sull’orizzonte di riferimento, soprattutto in relazione ad alcuni che sembrano degli assunti storici e critici un po’ stereotipati. Insomma Background Noise è un libro scritto da una persona che di queste cose se ne intende a dovere, ma in alcuni casi manca quell’originalità critica, se così possiamo chiamarla, che secondo me avrebbe arricchito il discorso e proposto nuove traiettorie in una disciplina che disciplina in fondo non è.

(Valerio Mannucci)