OvO/Cock ESP

Francesco de Figueiredo

(7’’ EP, Little Mafia - Bar La Muerte - Apop - Carbon & altre etichette, 2007) OvO/Smut (7’’ EP, Friends and Relatives - Bar La Muerte - Carbon - Public Eyesore & altre etichette, 2007) OvO/Mister Natural (7’’ EP, GLK records, 2007)

Bruno Dorella e Stefania Pedretti potrebbero esplodere come comete, si muovono veloci e senza sosta, un flusso ininterrotto di passione per la propria arte, con una dedizione al radicalismo laboriosa e infaticabile. Sulla Load, in perenne tour, in sostegno al circuito degli squat, Bar La Meurte, e tutte le infinità di progetti correlati e non. Questi tre split su 7’’ aggiungono peso specifico al progetto e confermano il rapporto che lentamente, e con un una sequela di live, gli OvO hanno stretto con alcune band negli Stati Uniti. OvO/Cock ESP: su un lato due poderose tracce black metal, remixate dal fertile Daniele Brusaschetto. Nell’altro i furiosi e affermati noisemaker americani, con otto tracce di degenerazione spastica e campioni elaborati analogicamente. OvO/Smut: La cadenza si fà più lenta, i lamenti di Stefania corroborano il passo strumentale più conosciuto del duo, putriscente e stanco. Gli Smut invece assaltano con otto tracce di grindcore solido e vertiginoso. OvO/Mister Natural: una traccia che sembra voler schernire il garage, oramai spappolato e scarno, l’altra che è un sussulto di grindcore muscolare e sbilenco alternato a silenzi improvvisi. Mr. Natural invece gioca con strumenti costituiti da legno, radici, e lame in ferro, da cui genera un doom emaciato e in crescendo. Ottima tutta la triade di split, evviva l’Italia e la pasta asciutta.

(Francesco de Figueiredo)