Headed Nowhere

Giordano Simoncini

“Hey punk stay punk”

(CD, Buffalo ’66 / Valium / Tornado Ride, 2006)

Qui di reducismo sui generis ce n’è da sballare. Negli Headed Nowhere convivono un ex Reprisal (quelli contro l’aborto) ed un ex By All Means (!), però poi l’album è hardcore old school molto grezzo a la Negative Approach. “Questo neppure è nuovo”, come diceva Esenin, da che si sono sfaldate le varie legioni di sxe oltranzisti e metallari sotto più comode spoglie e da che, poi, chi non è diventato un indie-kid ha scoperto di nuovo che pure TSOL, Black Flag e Circe Jerks andavano bene. Poi va beh, nel merito Hey Punk Stay Punk è fulminante ed incredibilmente ben fatto e alla fine ci sono cover di Sister of Mercy e Joy Division eccetera. Però è il solito gattaccio nero che si morde la coda. Quindi, posto che sono in molti quelli a cui questo gattaccio pazzo continua a piacere un bel po’, tutto dipende da chi sei e da come te la senti.

(Giordano Simoncini)