Giuliano Dottori

Giordano Simoncini

“Lucida”

(CD, Ilrenonsidiverte - Audioglobe, 2007)

Lucida ad esser franchi non parte bene, primo perché un po’ troppo Tiromancino, secondo perché un po’ troppo un andamento sbadiglievole, terzo perché un po’ troppo di quel wahwah. Poi arriva la seconda traccia, Leggera come sai, e l’arrangiamento è una ventata d’aria fresca, profumata ed inequivocabilmente scandinava; che poi la promessa non venga mantenuta del tutto non importa perché in fin dei conti è la seconda, se la partenza è buona va comunque bene. Giunti ad Alibi, a Giuliano Dottori ci si comincia ad abituare e lo si prende per come è: una persona che scrive belle cose e che le canta da buon cantautore italiano, assistito da ottimi musicisti. Del Nick Drake citato come ispirazione primaria ce n’è davvero poco (Endorfina e title track), di alta qualità parlerei solo per alcuni brani (le già citate Alibi ed Endorfina, Come se fossi con me), il resto è ascoltabile ma non strega. Un buon cantautore italiano assistito da ottimi musicisti. Ondivago, magari, ma con la malizia necessaria per procedere nella direzione giusta.

(Giordano Simoncini)