AA.VV.

Federico Tixi

“Butchering The Beatles – A Headbashing Tribute”

(CD, Restless - Goodfellas, 2006)

Difficile tenere nascoste le proprie idiosincrasie di fronte a un prodotto come questo: per chi, come me, prova attacchi di prurito ogni volta che sente nominare i fab four ed è allergico all’ hard-metal classico, quello più capellone e più pacchiano tutto riff-e-assoli, un disco del genere suonerebbe come diabolicamente fastidioso. Così non è, almeno a tratti, ma risulta, se non altro, fondamentalmente inutile: poca ironia (che, al contrario, rende i Beatallica inarrivabili – googlare per credere), tanta tecnica-cliché, poca personalità e tanta banalità nel riarrangiare il tutto in chiave hard rock: la Back in the USSR cantata da Lemmy Kilmister è esattamente come ci saremmo aspettati, idem per la Magical Mistery Tour con gli assoli in tapping di Malmsteen o la terribile versione ballad AOR/Judas Priest di Hey Jude. Se i nomi coinvolti provocherebbero erezioni nell’hard rocker più reazionario (oltre ai già citati compaiono membri di ZZ Top, Anthrax, Whitesnake, Deftones, Guns n’ Roses, Toto, Def Leppard, ecc., più una manciata di turnisti di lusso), al sottoscritto hanno fatto rimpiangere il tempo sprecato per l’ascolto. Evitabilissimo.

(Federico Tixi)