Rock Progressivo Italiano - The Complete Discography

Antonio Pezzuto

di Paolo Barotto e Marco D’Ubaldo

(Libro, CD , Edizioni Mediane, ita/ing)

C’è chi le esperienze le vive e chi per viverle prende tempo. E c’è chi i dischi li ascolta e chi li conserva in buste cellofanate trattandoli con sacralità. Per loro è stato pensato questo catalogo Rock progressivo italiano, una ventina di euro per una raccolta di copertine di quella che fu la musica hippie degli anni Sessanta Settanta. Poche notizie, le formazioni dei gruppi che non fanno il conto con le continue trasformazioni, nessuna informazione sulle continue collaborazioni tra gli artisti. Un fenomeno collettivo ridotto a fenomeno in cui è il singolo artista ad essere centrale. Un fenomeno culturale, trasformato in operazione economica. Più che un libro un catalogo per collezionisti, che vorrebbe essere esaustivo ma che conta diverse lacune e - a volte - inserisce dischi che in comune con il progressive avevano solo gli anni in cui furono incisi. Ma stare a criticare le singole scelte è materia tediosa e francamente poco importante. Resta che questo libretto bilingue - curato da Paolo Barotto e Marco D’Ubaldo - è un divertente specchietto per allodole patinato per chi può essere attratto dalla musica dei cappelloni e dei drogati. Ed a scintillare un po’ di più è il cd, quindici canzoni disordinate tra le quali Gioia e rivoluzione degli Area e Gioco di bimba delle Orme, affianco ai Panna Fredda ed ai New Trolls.

(Antonio Pezzuto)