Lucertulas

Federico Tixi

”Tragol de Rova”

(CD, Robotradio records, 2007)

Sensibile cambio di formazione (basso-voce, più batteria appena dopo l’uscita del disco) e conseguente (parziale) cambio di nome per i (furono Super)Lucertulas, da Vittorio Veneto. Le coordinate, molto personali, in realtà, rimangono quelle dell’ottimo Homo Volans di ormai 4 anni fa (noise di casa AmRep/Touch & Go e bordate di acida violenza assortita), ma il trio mette a fuoco maggiormente la struttura delle canzoni, sbilenca e in your face, ma pericolosamente (in senso buono) oltraggiosa: dove intro e stacchi di ambient/drone regalano momenti di pausa claustrofobica, risponde l’acidità chitarristica di Christian che con gran gusto disegna trame complesse ma tutt’altro che di difficile digestione. Produce Giulio Favero (Teatro degli Orrori/One Dimensional Man/Putiferio).

(Federico Tixi)