Metamatics/Norken

Laura Sacchi

“My Favorite Kind Of Irrilevance”

(2CD, Hydrogen Dukebox, 2007)

Il geniale producer Lee Norris ci aveva abituati da tempo ai titoli strani: uno per tutti il bellissimo From Death to Passwords when you’re a Paper Aeroplane. E anche per questo lavoro, un doppio CD, non si è fatto scrupoli. My favorite kind of irrelevance è una raccolta dei suoi “the best” sia come Metamatics, sia come Norken, i suoi due moniker - e davvero c’è il meglio della sua produzione che dura ormai da 10 anni. Ascoltarlo incute profonda calma e calore, emozioni che possono sembrare irrilevanti, ma che si rivelano fondamentali per chi come la sottoscritta è alla disperata ricerca di sonorità sensibili, senza forzature di sorta. E Lee Norris di sensibilità ne ha da vendere o almeno ce ne ha messa una buona dose in ogni brano scelto per questa raccolta che racchiude e alterna senza tregua pezzi electro melanconici e pensierosi a pezzi up-tempo e down-tempo della migliore scuola di Detroit a cui Norris è molto affezionato. Per non parlare del pezzo d’apertura, il suo nuovo lavoro, che altro non è se non la cover di Personal Jesus dei Depeche Mode, una sorta di omaggio a coloro (i Depeche Mode appunto) che spinsero Norris a intraprendere la via della produzione musicale. Era da molto tempo che non ascoltavo una raccolta così ben riuscita e fuori dalle dinamiche di mercato. Io ormai la definirei essenziale.

(Laura Sacchi)