Haze - Il Muro

Anthony Ettorre

di Shinya Tsukamoto

(DVD, NoShame, 2007)

Shinya Tsukamoto, cineasta indiscusso dell’estetica cyberpunk e irrefrenabile “costruttore” di alienazioni contemporanee, ci ha offerto, dalla fine degli anni ‘80, un percorso filmico ricco di sorprese contrassegnate da uno stile instancabile e dinamico. Nel 2005, per il Festival Internazionale di Jeonju (Korea) ha realizzato Haze, il suo primo film in digitale. Il film è un piccolo gioiello, un’opera claustrofobica (interpretata dallo stesso autore) che rivendica l’idea di un cinema al limite della narrazione, attraverso uno stile frenetico, freddo, estremo, brutale e visivamente delirante. Terrificante rappresentazione di uno shock emozionale, è una soggettiva ambiziosa ma elaborata con incredibile audacia. Un guts-movie vissuto nell’anticamera dell’Inferno o nel grembo di una diabolica macchinazione post-industriale. Il potere simbolico di Haze è assoluto ed è sviscerato in modo disarmante, con ballardiano vigore. L’energico soundtrack (profondo e cupo industrial) di Chu Ishikawa completa una dimensione orrorifica del tutto contemporanea. Grazie alla Noshame films, quest’opera è ora disponibile in DVD. L’edizione comprende la versione estesa di 48’, include Il fantasma di metallo (1986), corto-embrionale da cui nascerà lo straordinario Tetsuo-The Iron Man e uno sfizioso making-off con l’intervista all’autore. Dopo i finti snuff nipponici di Guinea Pig e la contemporanea saga americana di Saw, nella vostra videoteca, fate spazio a Haze - Il muro.

(Anthony Ettorre)