Doppio Gioco

Lorenzo Micheli Gigotti

di Robert Siodmak

(DVD, Teodora, 2007)

Ogni occasione è buona per parlare della Teodora. Scovare piccoli film che diventano campioncini di incassi (vedi Irina Palm in sala), proporre in DVD opere prime sorprendenti e film seminali della storia del cinema sembra essere il loro mandato. Doppio Gioco fa parte de Il Piacere del Cinema a cura di Vieri Razzini, una collana dedicata ai film e agli autori che hanno fatto il cinema. E’ un noir asciutto e realista, è la storia di un porta valori (Burt Landcaster) che mosso dall’amore per la sua ex-moglie (Yvonne DeCarlo) progetta un colpo milionario col nuovo marito di lei. Bianco e nero anni ’50, ha un po’ tutto di quel epoca: crudezza, locali fumosi, whisky, gangster, pupe, strateghi del furto, emissari e pistole che fanno boom. Nella loro geometrica fissità le immagini (alcune anche ardite) riescono a restituire i più profondi stati d’animo di chi sprofonda nell’equivoca alternanza tra destino e malignità. I tempi del finale fanno scuola: in pochi minuti si passa dalla posa stereotipata alla suspense concitata da Padrino. Quindi pensate a tutto tranne che ai baci e ai violini. Qui l’amore e il finale all’acqua di rose vengono spazzati via dall’asprezza della sopravivenza, dove “metà del tempo non sai cosa fai ma sai sempre quello che vuoi”. Yvonne De Carlo profetizza la figura della donna emancipata e padrona del gioco; quanto a bellezza e sensualità fa girar la testa.

(Lorenzo Micheli Gigotti)