Ian Kiaer

Luca Lo Pinto

Caoimhin Mac Giolla Lèith, Mark Godfrey

(Catalogo, The British School at Rome, 2007)

Pubblicato in occasione della personale alla British School di Roma, questa monografia offre l’opportunità di conoscere un’artista inglese che, negli ultimi due anni, si sta meritando una grossa attenzione a livello internazionale. Le fragili installazioni di modellini realizzati con oggetti riciclati, piccoli quadri con segni appena accennati sono ormai diventate un suo segno distintivo. Sempre cariche di riferimenti alla storia dell’arte passata e in particolare all’architettura, la sua arte ha bisogno di un po’ di concentrazione, ha bisogno di farsi guardare e “toccare”. Altrimenti la potete tranquillamente scambiare per una delle tante installazioni minimal-poveristiche che tanto vanno adesso. Mark Godfrey nel suo testo, così denso nell’analisi quanto semplice nell’esposizione, ce lo fa capire bene.

(Luca Lo Pinto)