Eco-chic

Sandy Black

(Libro, Blackdog, 2008) [33]

Lo sfruttamento di materie prime, la manifattura e la distribuzione dei vestiti sono stati per anni i cavalli di battaglia della critica ecologista e no-global al mondo della Moda. Per quest’ultimo invece erano invece solo dei piccoli segreti da custodire con cautela. Io questa storia non l’ho mai capita più di tanto e il libro di Sandy Black si occupa appunto di argomentare al riguardo, spiegando come l’industria della moda si stia sforzando di rispondere il più possibile alle esigenze dell’etica ambientale, anche a livello industriale. Detto questo resta una domanda: ok, c’è maggiore attenzione all’ambiente, ma se non mi va di mettere le scarpe di canapa masticata mi devo sentire in colpa?

(valerio mannucci)