Rodriguez

Cold Fact

(CD, Light In The Attic, 2008)

Jesus “Sixto” Rodriguez nel 1969 a Detroit registra un disco, il titolo è Cold Fact. Nonostante in regia ci sia un nome d’eccezione come Dennis Coffey, in America questo esordio passa in sordina. Il disco poi arriva per vie traverse in Australia e in Sudafrica, e da quelle parti si trasforma in mito, vince dischi d’oro, diventando persino parte della colonna sonora che accompagnò i giovani sudafricani nella lotta contro l’apartheid. Nel frattempo Rodriguez è totalmente ignaro del piglio dall’altra parte dell’emisfero e sparisce per trent’anni, fino a far pensare ai molti fan di essere morto. Ed ecco la rete, che nel suo stile fa il suo dovere: il dimenticato dai connazionali trova il successo e la riedizione arriva da parte della Light In The Attic. Bella storia, ma soprattutto bello il disco, che è un piccolo capolavoro negato e ricco di suggestioni, dal folk di Dylan al soul, dalla psichedelia al più classico stile Motown.

(francesco de figueiredo)