Murcof

The Versailles Session

(CD, Leaf, 2008)

Quella di Murcof non è che sia proprio musica divertente. Di solito si tratta di elettronica minimale e romantica, con tanto di dilatazioni, assonanze e tappetoni digitali che lasciano poco all’immaginazione. Nello specifico, questo è un disco barocco, ma non nel senso che è ‘pieno di cose’. E’ proprio un disco di musica barocca. Le prime due tracce sono pura noia, la terza invece si riprende e diventa quasi trascinante, classicamente bella. Clavicembalo, pad, e suoni che graffiano. Col filtro che chiude tutto, su e giù, come se si mandasse a 60 bpm un pezzo house senza cassa. Poi la quarta traccia ti fa venire di nuovo voglia di uscire di casa e spegnere lo stereo. Bello a metà, anzi a 1/4.

(valerio mannucci)