50/50

Tauba Auerbach

(Libro d’artista, Deitch Projects, 2008)

Sedetevi. Mettetevi comodi. E sfogliate questo libro. E’ un vero trip. L’effetto finale sarà come aver girato su se stessi per 5 minuti. Tauba è una sorta di nipote di Bridget Riley (anche se, se glielo dici, si incazza e dice che ci possono essere delle similitudini ma in realtà a lei non interessa solo l’optical, ma anche il linguaggio, le simbologie etc etc...). Ha 27 anni e come la nonna sta in fissa con l’optical. Per questo libro ha deciso di pubblicare tutti i suoi ultimi lavori senza fiato, senza nessun testo, solo immagini. Un’esperienza sensoriale. Brava Tauba.

(luca lo pinto)