Fiorucci made me hardcore

Di Mark Leckey. Una sorta di documentario che racconta in maniera molto soggettiva l’esperienza rave del regno unito. Si va dal northern soul agli anni ’80 per finire appunto con l’acid house e l’hardcore. Il tutto sembrerebbe visto attraverso gli occhi della gioventù suburbana del nord Inghilterra. La colonna sonora consiste in una serie di frammenti-campione dei suddetti generi musicali, insieme a qualche canzoncina da luna park: compaiono qua e là, alle volte con un po’ d’eco, poi si immergono di nuovo. Il risultato è una narrazione rarefatta e malinconica: ricordi montati in sequenze oniriche, usi e costumi di tempi andati, e la nostalgia per quei momenti di euforia collettiva. Per vedere il video clicca qui. (mdc)